Home Archivio iniziative Pace Politica Sfuggire il consueto sentiero

Relatori

  • Nadotti Maria
    Scrittrice

    Scrive di teatro, cinema, arte e cultura per testate italiane ed estere. Ideatrice di numerosi volumi, è curatrice e traduttrice dell’opera di John Berger. Tra i suoi libri ricordiamo: Sesso & Genere (il Saggiatore, 1996; Mimesis 2022), Prove d’ascolto (Edizioni dell’asino, 2011), Trasporti e traslochi. Raccontare John Berger (Doppiozero, 2014), Necrologhi. Pamphlet sull’arte di consumare (il Saggiatore, 2015).
    Di bell hooks ha tradotto per Tamu edizioni: Il femminismo è per tutti (202),, Elogio del margine, Scrivere al buio (2020).
    Ha curato la nuova edizione di Tutto sull’amore, in uscita per il Saggiatore.

  • Santambrogio Alessia
    PhD Student

    PhD Student in “Processi educativi nei contesti eterogenei e multiculturali” presso l’Università degli Studi di Enna ‘Kore’. La sua ricerca dottorale si occupa delle esperienze scolastiche di studenti trans e non binariз della scuola secondaria di II grado italiana tramite la raccolta di storie di vita.
    Realizza, inoltre, percorsi formativi con preadolescenti, adolescenti e adultз su affettività, sessualità e identità di genere per l’associazione Immaginare Orlando APS di Bergamo.
    Fa parte dell’Associazione nazionale Educare alle Differenze.

La Porta

Luogo

La Porta
v.le Papa Giovanni XXIII 30 Bergamo
Sito web
https://www.laportabergamo.it

Fondazione Serughetti Centro studi e documentazione

Data

25 Mag 2022

Ora

18:00

Tipologia Iniziativa

Presentazione libro

Sfuggire il consueto sentiero

Parole di donne attraversano confini di spazio e tempo

“Perché ho perseverato nello sfuggire / il consueto sentiero che altri percorrono, perché su una strada anomala ho viaggiato…”

Questi versi appartengono ad una poesia di Emily Brontë l’autrice di Cime tempestose, romanzo che anche bell hooks lesse da ragazzina. Le parole, e i pensieri che le hanno generate, hanno il potere non bellico di scavalcare confini e abbattere muri, creano connessioni, orientano sguardi che ci permettono di andare oltre sentieri già tracciati. Sentieri che ingabbiano perché dotati di sbarre imposte non solo da convenzioni e stereotipi “esterni” a noi, ma perché ci attraversano nel profondo generando pensieri pigri e assuefatti che si accontentano di immagini preconfezionate e rigide categorie.
Ciò che proponiamo attraverso questi incontri non è solo la riscoperta di donne e figure femminili ma una sorta di “esercizio di stile del pensiero” che sappia aiutarci a deragliare dai binari, tessere fili, allargare orizzonti. Ne abbiamo bisogno.

bell hooks: l’arte sottile del trasgredire

Conversazione intorno all’opera saggistica di bell hooks

Intervengono:
Maria Nadotti, saggista e traduttrice di bell hooks
Alessia Santambrogio, PhD Student in “Processi educativi nei contesti eterogenei e multiculturali”