Home Archivio iniziative Uno scambio di sguardi raccontare e capire l’Afghanistan oggi

Relatore

  • Argentieri Benedetta
    Regista

    Benedetta Argentieri è una giornalista indipendente e regista di documentari. Dal 2014 si è concentrata su Iraq e Siria, coprendo il conflitto in corso e le lotte femministe con articoli e lungometraggi documentari. Il suo lavoro è stato pubblicato da diverse organizzazioni mediatiche internazionali, tra cui Reuters, The Sunday Times, Daily Beast e Sunday Telegraph.
    Nel 2018 ha diretto “I am the Revolution”, un lungometraggio documentario su tre donne che lottano per la libertà e l’uguaglianza di genere in Afghanistan, Iraq e Rojava (Siria nord-orientale). Il film è stato presentato in anteprima al DOC NYC, il più grande festival di documentari negli Stati Uniti, ed è stato proiettato in dozzine di altri festival in tutto il mondo. È stato anche ripreso dalle emittenti televisive europee ed è distribuito da Women Make Movies in America sia per scopi teatrali che educativi.
    Nel 2016 ha co-diretto con Bruno Chiaravalloti e Claudio Jampaglia il documentario “Our War”, presentato in anteprima alla 73a Mostra del Cinema di Venezia. Nel 2013 ha co-prodotto e co-diretto “Capulcu-Voices of Gezi”, un documentario sulla rivolta avvenuta a Gezi Park a Istanbul, in Turchia, avvenuta lo stesso anno. Il film ha vinto il premio di Amnesty International.

Luogo

Auditorium di Piazza della Libertà
Bergamo

Data

07 Mar 2022
Expired!

Ora

21:00

Tipologia Iniziativa

Ciclo di incontri,
Presentazione film

Uno scambio di sguardi raccontare e capire l’Afghanistan oggi

Riprendere – Benedetta Argentieri

Lo sguardo dietro la telecamera di due registe, una afghana e un’italiana. Come raccontare la
storia delle donne disinnescando gli stereotipi?

I AM REVOLUTION Documentario
di Benedetta Argentieri, Italia, 2018, 74’

In mezzo alla guerra e al fondamentalismo, sono cresciute donne leader che comandano eserciti, organizzano la fuoriuscita delle altre donne dalla schiavitù, guidano forze politiche laiche e progressiste, andando villaggio per villaggio a sfidare i talebani.
Queste donne praticano la democrazia più avanzata che possiamo immaginare nei contesti meno favorevoli possibili. Queste donne testimoniano la rivoluzione necessaria ovunque.

Proiezione e incontro con la regista

Al termine della proiezione Q&A con la regista
Ingresso libero con Super Green pass e mascherina FFP2